image

I Sassi di Matera

I Sassi sono il nucleo urbano antico della città di Matera e nel 1993 sono stati dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

I Sassi di Matera sono un luogo unico con un fascino straordinario che raccontano come l’uomo abbia vissuto per millenni in un paesaggio fiabesco costituito dall’ambiente rupestre in cui sorgono e che li circonda con il Parco Archeologico Storico delle Chiese Rupestri del Materano.

I Sassi di Matera sono collegati con l’attuale centro storico della città che si trova sul piano attraverso numerosi accessi che creano uno scambio continuo tra questi due ambienti urbani. Per accedere ai Sassi basta imboccare una delle numerose vie o vicoli che dal centro cittadino scendono verso gli antichi rioni.
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
Originariamente i Sassi di Matera erano semplicemente un ambiente rupestre molto simile a quello che si vede di fronte sull’altro lato del canyon scavato dalla Gravina di Matera. Il versante sul quale è stato creato questo nucleo urbano è costituito in basso da pareti ripide che si affacciano sul torrente e più in alto una serie di terrazzamenti, colline e pianori più adatti all’insediamento umano, luoghi che nel corso dei millenni sono stati trasformati da villaggi rupestri a una vera e propria città.

I primi insediamenti umani che risalgono al paleolitico si svilupparono nelle grotte naturali che numerosissime caratterizzano il paesaggio rupestre di Matera. Alle grotte naturali si sono aggiunte nel tempo sempre più numerose quelle scavate dall’uomo che ha trovato nella friabile roccia tufacea una eccezzionale possibilità di insediamento al riparo dagli agenti naturali. Gli ambienti scavati, veri e propri complessi rupestri, hanno costituito la prima forma del nucleo urbano tutt’ora presente in gran parte all’interno degli edifici e fabbricati costruiti durante il corso dell’ultimo millennio.
La storia di Matera dopo aver attraversato le fasi preistoriche del paleolitico, del neolitico e delle varie età dei metalli, verrà fortemente caratterizzata dall’avvento del Cristianesimo. Durante tutto il medioevo il paesaggio rupestre viene sistematicamente trasformato dalla costruzione di imponenti luoghi di culto. L’impronta cristiana diviene culturalmente dominante in breve tempo.

Vengono costruiti durante questo periodo edifici di grande importanza storica e culturale tra i quali la maestosa Cattedrale di Matera, la chiesa di San Giovanni Battista, la Chiesa di S. Domenico, la Chiesa di Santa Maria della Valle Verde sulla via Appia.

E’ in questo momento che prende forma una vera e propria città concentrata intorno alla Cattedrale posta all’apice della collina della Civita (Civitas, città) che divide in due i Sassi: il Sasso Barisano rivolto ad est e il Sasso Caveoso rivolto a sud.
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera
  • Sassi di Matera

Visitare i Sassi di Matera

Visitare i Sassi di Matera è un emozionante a qualsiasi ora dall’alba al tramonto o durante le ore serali e notturne.
E’ uno spettacolo che non lascia mai indifferente nessuno.

I Sassi di Matera offrono al visitatore un grande paesaggio culturale, motivo dell’iscrizione nella lista dei siti UNESCO.
Architettonicamente presentano una serie incredibile di elementi che si sono stratificati nel tempo, dai complessi rupestri scavati dall’uomo, alle chiese rupestri, aree di sepoltura, che si alternano continuamente con fabbricati di tutte le diverse ere dell’ultimo millennio, medioevo, rinascimento, barocco fino all’epoca moderna. Si troveranno in continuità grotte, ipogei, palazzotti, chiese, vicinati, scalinate, ballatoi, giardini e orti tutti incastonati l’uno nell’altro a formare un luogo unico e magico.

Passeggiando lungo l’asse principale che collega i due rioni Sassi via Bruno Buozzi, via Madonna delle Virtù e via D’Addozio è possibile attraversare questo paesaggio e ammirare al contempo quello del versante opposto della Murgia Materana. E’ possibile salire e scendere dai numerosissimi vicoli che si alternano tra gli edifici e trovarsi in angoli sempre diversi e sorprendenti.
flagHome×